Napoli – Juventus

8 dicembre 2017

Napoli e il Napoli sono già il passato. Una storia meravigliosa, quella del San Paolo. Una notte che ha regalato agli uomini di Allegri tre punti preziosi, una botta di autostima inestimabile ed una certezza assoluta chiamata “difesa granitica”. Dopo la qualificazione al mondiale con il suo Marocco, Benatia è salito di colpi in modo eclatante, dando prova di essere uno tra i migliori centrali al mondo, e trascinando anche i compagni di reparto verso un miglioramento repentino delle prestazioni difensive, così carenti in avvio di annata. L’apporto di Higuain, invece, non era mai mancato. E in Campania, la sua esecuzione spietata ha permesso ai bianconeri di avvicinarsi al fondamentale impegno europeo con grande tranquillità. Già, perché stasera si decide la stagione, ad Atene. Vincere con l’Oly per garantirsi il passaggio agli ottavi, senza doversi preoccupare del risultato del Barcellona. Archiviare il primo vero obiettivo stagionale rappresenterebbe una spinta vitale in vista del tour de force natalizio, che potrebbe spingere la Juve molto più vicina ai due titoli nazionali.

Non sarà semplice al Pireo, ma la Juve ci arriva al top psichico, più che fisico, ed ha imparato dagli errori passati. Non ci sarà un’altra Istan.bul