Juve vs Sporting Lisbona : l’analisi

20 ottobre 2017

Quella contro lo Sporting Lisbona è stata probabilmente la vittoria più preziosa della stagione bianconera. Si, perchè con i Leoni di Lisbona, allo stadium, ci si giocava una bella fetta di stagione europea, e ad Ottobre la Juventus di Allegri è sempre lontana dalla migliore condizione possibile. Quasi certamente è una scelta ben ponderata da parte dello torinese, che si fida della forza della rosa nella prima fase dell’annata, per raggiungere il top della forma a partire da febbraio. Un rischio che, in tre anni, ha pagato sempre alla grandissima, viste le due finali di UEFA Champions League, ma che ti espone a qualche difficoltà di troppo nei gruppi autunnali.

Ecco perchè il successo contro la organizzatissima e tignosa banda di Jorge Jesus va considerato ancor più positivo, con il plus della rimonta portata felicemente a termine, impresa mai semplice quando si parla di Juve.

Pjanic ha riportato geometrie e fosforo unici nel mezzo, il Pipita si è scosso dal torpore sfoderando una prestazione a tutto campo, ed Alex Sandro ha superato lo choc dell’autogol fornendo una performance completa su ambo le fasi.

Ma sul podio dei migliori tre della serata ci salgono, in ordine crescente, Chiellini (gladiatorio dietro), e il duo Costa (anche con spiccioli di minuti in campo)-Mandzukic, produttori del gol vittoria.

Un successo sofferto, che, però, ha il pregio di avvicinarci alla qualificazione agli ottavi e ci consente di proiettarci con grande fiducia sulla trasferta di Udine, laddove, l’anno passato, lasciammo due punti pesanti. Varrà la pena di rifarci.